giovedì 30 settembre

di | 29 Settembre 2021

Lc. 19,1-10 

1 Entrato in Gerico, attraversava la città. 2 Ed ecco un uomo di nome Zaccheo, capo dei pubblicani e ricco, 3 cercava di vedere quale fosse Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, poiché era piccolo di statura. 4 Allora corse avanti e, per poterlo vedere, salì su un sicomoro, poiché doveva passare di là. 5 Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». 6 In fretta scese e lo accolse pieno di gioia. 7 Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È andato ad alloggiare da un peccatore!». 8 Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto». 9 Gesù gli rispose: «Oggi la salvezza è entrata in questa casa, perché anch’egli è figlio di Abramo; 10 il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto». 

Commento 

Siamo sempre nella città di Gerico. Questa volta Gesù entra dentro la città e gli viene incontro Zaccheo il pubblicano che per vedere Gesù non esita a salire su una pianta di sicomoro. Zaccheo è nella condizione migliore per accogliere la salvezza che porta Gesù. Pubblicano, esattore delle tasse, forse anche un po’ ladro proprio per il tipo di lavoro che faceva, collaboratore con i romani e odiato da tutti perché esattore delle tasse. Queste per paradosso sono le condizioni migliori per accogliere la salvezza. E Zaccheo si espone, riconosce la sua condizione e chiede al Signore almeno di offrirgli uno sguardo. Lui vuol vedere Gesù, ma di fatto è Gesù che va in cerca di lui e gli dice che deve dimorare in casa sua, oggi! Uno può vedere senza essere visto. Questo è l’unico racconto del Vangelo dove si dice che gli occhi di Gesù e di un altro si incontrano. È da questo incrociarsi di sguardi che nasce la salvezza. Vi è un ulteriore passaggio che favorisce la salvezza. È il doppio gesto di Zaccheo: restituisce 4 volte tanto, invita Gesù a cena in casa sua.  sono questi i gesti che alla fine producono la salvezza della vita. 

Preghiamo 

Preghiamo per Giulia.  

2 pensieri su “giovedì 30 settembre

  1. Elena

    Gesù cerca e trova, ama e redime chi soltanto spera di poter vedere… È un incontro molto bello quello di Zaccheo con Gesù. È l’incontro con l’amore che cambia la vita, le prospettive, le direzioni. Possa, questo incontro trovare anche noi, su qualsiasi albero ci siamo arrampicati per vedere il Signore! Preghiamo per Giulia.

    Rispondi
  2. sr Alida

    Sguardi e gesti di salvezza quelli che Gesù compie in Matteo…. Fa Signore che nel nostro cuore così come è, e nella nostra vita ci incontriamo con il tuo sguardo e guardando Te possiamo adoperarci per gli altri con più concretezza, ascolto, tenerezza. Preghiamo per Giulia.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.