domenica 1 maggio

di | 30 Aprile 2016

avvento bose 6 domenica Tempo Pasquale  – Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse [ai suoi discepoli]: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto. Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore.  Avete udito che vi ho detto: “Vado e tornerò da voi”. Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l’ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate».

Commento

Questo lungo discorso di cui ne abbiamo alcuni versetti in questo brano, tenuto durante la Cena prima della passione, è gravido di amore tenero e personale che vuol dare tutto se stesso, anche al di là della morte; quasi come se Gesù non può strapparsi da questi discepoli tanti amati. Infatti, non ci ha lasciato orfani! Egli rimane sempre con noi nell’Eucaristia e nella Parola; modi di contatto, di comunione: “Se uno mi ama osserverà la mia parola e il Padre mio l’amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui”. Oggi, Gesù aggiunge un’altra promessa: egli pregherà il Padre di mandarci lo Spirito di Verità che ci farà ricordare e conoscere più a fondo tutto ciò che Gesù ha insegnato durante la sua vita terrena. Lo Spirito di Verità è lo Spirito di Dio, lo Spirito di Gesù; appunto Dio stesso perché solo Dio è Verità. Quindi è per mezzo dello Spirito Santo che noi ci troviamo alla presenza di Dio ogni qualvolta che lo invochiamo; e poi, Dio per mezzo del suo Spirito, rimane  tra noi e dentro di noi, accompagnandoci nelle vicende della vita. Questo è sufficiente per non avere più timore, ma pace nel cuore.

Preghiamo

Ricordiamo l’anniversario di Michele e Fulvio e anche la giornata dei lavoratori.

2 pensieri su “domenica 1 maggio

  1. sr Rita

    Buon inizio del mese di maggio: Maria ci faccia compagnia nella quotidianità che è l luogo della salvezza.

    Rispondi
  2. Elena

    La promessa di Gesù mi tranquillizza. Mi sta salutando, ma mi dice anche che non mi abbandonerà mai. Manderà lo.Spirito di Dio affinché io possa ricordare ogni cosa. Sarà lo Spirito che mi ricorda ogni momento che l’amore che sento nel mio, è strettamente legato a Lui? È in perenne connessione con l’umanità e il mio Signore? Non abbandonarci mai Signore e permettici di riconoscerti nel mondo….
    Auguri Fulvio e Michele.
    Buon riposo a tutti i lavoratori ed una preghiera per chi il lavoro non lo trova….
    Elena

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.